Press "Enter" to skip to content

Cosa Fare con Calzini Spaiati

Oggi spieghiamo cosa fare con i calzini spaiati.

Com’è possibile che aprendo il cassetto della biancheria troviamo sempre dei calzini spaiati? A volte perché se ne buca solo uno, altre volte uno dei due si perde chissà dove. Altre volte ancora, un calzino bianco s’infila nella lavatrice dei capi colorati e lo ritroviamo grigio. Che fare allora dell’altro calzino, quello “sano”? Con un pizzico di fantasia e di manualità potete creare tanti utili e divertenti oggetti per la casa.

Un cuscino per il collo
Per esempio esempio, visto che il calzino è per definizione un contenitore, potremmo trasformarlo in un cuscino di semi per la cervicale. Il procedimento è molto semplice: basta riempire il calzino con semi di lino, oppure chicchi di riso e farro, oppure con noccioli di ciliegia. Riempitelo per bene, e accorciatelo nel caso in cui la parte della caviglia vi sembri troppo lunga. Infine, cucite l’estremità aperta. Ecco, il gioco è fatto.

Prima di usarlo, mettetelo nel microonde per circa 3 minuti, oppure ricopritelo con la stagnola e mettetelo nel forno a 200 °C per circa 20 minuti: avrete un effetto calore piacevolissimo, utile a scioglie tensioni e contratture. La particolarità dei semi, infatti, è quella di riscaldarsi facilmente e poi di restituire gradualmente calore.

Se invece vi occorre un cuscino freddo, magari da apporre sugli occhi gonfi, potete lasciare il calzino con i semi nel freezer per qualche ora e poi utilizzarlo allo stesso modo.

Un’idea per rendere il vostro cuscino ancora più piacevole è mettere su semi o noccioli delle gocce della vostra essenza preferita (la lavanda, ad esempio, ha effetti rilassanti): il calore ne sprigionerà piacevolmente l’aroma.
Leggi anche: Stirare una camicia in 8 minuti: ecco come

Per uno scrub sotto la doccia
Se i calzini sono di filo di scozia o di cotone leggero potete realizzare dei sacchetti per pediluvi e scrub sotto la doccia. Come? Molto semplice: riempite il calzino con della farina d’avena e di mandorle, chiudetelo con un nastro e immergetelo nell’acqua per qualche minuto, i vostri piedi secchi e irritati ringrazieranno.

Potete anche prendervi cura della vostra pelle, soprattutto quella stressata dopo un bagno di sole, passando il sacchettino sul corpo, l’effetto calmante dell’avena aiuterà a lenire i rossori.

Gli stessi sacchetti, riempiti di essenze, fiori e piante essiccati possono essere utilizzati come pot-pourri per profumare cassetti e armadi.

Un gioco per il nostro amico a quattro zampe!
Se il calzino è colorato e decorato da disegni e figure simpatiche potete costruire dei simpatici pupazzi per cani o gatti. Riempite la pinta con del cotone o con della segatura, in modo da fare una pallina e fermatela appena sotto con un fiocco molto stretto. I vostri amati compagni a quattro zampe impazziranno dal divertimento.

E per i nostri bambini
Anche i nostri bimbi possono avere un divertente pupazzo fatto con i loro calzini: riempite con del cotone la punta e, armandovi di gran fantasia utilizzate forbici, ago, filo e lacci per fermare le parti cui volete dare una forma. Potete anche aggiungere dei bottoni per dare vita a occhi naso e bocca. I vostri bimbi apprezzeranno e saranno stupiti di ritrovare animati i loro calzini.

Una porta sempre aperta
Se invece la vostra porta non vuole restare aperta ricoprite un sasso non troppo grande con un calzino spaiato di vostro figlio, tagliate la stoffa in eccesso e cucite la parte aperta, ecco un ferma porta davvero originale.

E se proprio non c’è nulla da fare
In ogni caso, anche quando i calzini sono un po’ troppo bucati e inutilizzabili anche per le soluzioni elencate potete tagliarli e utilizzare la parte buona per farci degli stracci per pulire, utili soprattutto per scarpe e piccole superfici.